please wait ..

data: 18 novembre 2017
Visualizza tutti gli articoli: Focus

International Coalition Sites of Conscience – Europe

 

Si tiene  in questi giorni il meeting  dell’International Coalition Sites of Conscience 2017 a Terezin, in  Repubblica Ceca, dal 17 al 19 Novembre.

Il Galata Museo del Mare, in particolar modo il MEM – Memoria e Migrazione – è membro dal 2010 della Coalition. 

Il meeting è focalizzato su un dibattito collettivo su come un Sito della Coscienza può coinvolgere le giovani generazioni,  parlare e confrontarsi con temi difficili, favorire l’empatia e la partecipazione civica all’interno di gruppi specifici.  Il meeting fornisce ai membri esempi di strumenti educativi che ogni sito ha sviluppato negli anni del loro lavoro.

Ogni partecipante ricorda e riporta diverse storie dell’Europa dell’ultimo secolo, ogni partecipante lavora con un obiettivo comune: promuovere la tolleranza per allontanare il sempre più evidente rischio di xenofobia e discriminazione. La rete europea dei Siti della Coscienza riunisce partecipanti molto diversi fra loro: musei, associazioni, radio, memoriali.

Stiamo lavorando insieme per sviluppare progetti comuni come mostre itineranti, installazioni interattive, scambiare tra di noi buone pratiche di metodi educativi e in generale attività che promuovano il dialogo interculturale, la tolleranza e la cittadinanza attiva.

Ecco i partecipanti di questo meeting. Sono musei, associazioni, istituti culturali.

Terezin Memorial, repubblica Ceca

Durante l’occupazione nazista della Cechia durante la II Guerra Mondiale, la piccola fortezza fu convertita in una prigione della Gestapo e la grande fortezza, l’intera città, in un ghetto ebraico e una stazione di transito verso i campi di sterminio.

Il memoriale di Terezin è dedicato a ricordare i piani criminali del nazismo e nel lavorare attivamente alla lotta al riemergere dei gruppi di estrema destra, neonazisti e gruppi nazionalisti, per onorare i sopravvissuti e coloro che resistettero all’Olocausto e per commemorare la sofferenza delle vittime dell’odio nazista.

 

Gernika Peace Museum Foundation – Spagna

La missione del Gernika Peace Museum è preservare, mostrare, condurre e educare i visitatori verso la cultura della pace e la relazione passato e presente in relazione alla storia di Guernica-Lumo. Obiettivo del museo è collegare le lotte del passato con le situazioni attuali di guerre, violenze, crisi dei rifugiati..)

 

 

 

 

Le Bois du Cazier – Belgio

Ex miniera di carbone. Il museo è un memoriale sul disastro accaduto nella miniera nell’Agosto del 1956 dove morirono 262 lavoratori (immigrati per la maggior parte, principalmente italiani).

 

Memorial Democràtic  – Spagna

Situato a Barcellona, il Memorial Democratic lavora per preservare la memoria collettiva del periodo 1931-1980. La sua mission è generare riflessioni sulla dignità umana, i valori della democrazia, e il rispetto dei diritti umani  nelle generazioni attuali e future.

 

Gulag.cz Association – Repubblica Ceca

Un progetto di mappatura dei Gulag in Unione Sovietica in stato di abbandono e prossimi ad essere distrutti e dimenticati. Il sito vituale riguarda i gulag e il regime totalitario in generale. Fondato nel 2009 la sua mission è condividere e far circolare le informazioni sui gulag sovietici e tutto ciò che vi è collegato.

 

Gulag Museum a Perm-36 – Russia

L’unico museo russo sulla storia della Repressione politica, ricostruisce gli edifici e il lavoro nei campi dei prigionieri politici imprigionati e morti qui, durante il periodo sovietico. Sono qui raccontati g i sforzi di dissidenti, attivisti per i diritti umani, oppositori del regime comunista, politici, scrittori, personaggi pubblici, scienziati.

 

Healing Through Remembering –Irlanda del Nord

E’ un iniziativa indipendente che si adopera per fornire supporto e motodologie per avviare dialoghi post conflitto che ha coinvolto l’Irlanda del Nord. Il suo obbiettivo è trattare il passato relazionandolo al presente, in questo caso sul conflitto in Iralanda del Nord.

 

Fondazione Scuola di Pace di Montesole – Italia

Nata nel 2002 e situata nel parco di Montesole, (Marzabotto) la scuola di Pace di Montesole ha come obbiettivo è promuovere  l’educazione alla pace, aiutare nella trasformazione da conflitti a scambi violenti per una società libera da xenofobia, razzismo e altre forme di violenza verso gli esseri umani e il loro ambiente .

 

Red Star Line Museum – Belgio

Situato nell’ edificio storico  della stazione di partenza dell’emigrazione Europea verso l’America, ha come obiettivo stimolare la riflessione e il dialogo sulle migrazioni nel passato, presente e futuro.

 

Cultural Heritage without Borders  (CHwB A) – Albania

è un Istituzione dedicata  a tenere in salvo, preservare la cultura tangibile e intangibile messa in pericolo dai conflitti, negligenza o disastri naturali. Promuovere il patrimonio culturale, considerandolo come un diritto e una risorsa allo stesso tempo. CHwB A lavora con la società e le istituzioni per rafforzare i legami pacifici, la sostenibilità socio economica, lo sviluppo democratico e il rispetto dei diritti umani.

 

Museum of Free Derry – Irlanda 

Aperto in seguito ai fatti del Bloody Sunday, il museo raconta la storia degli eventi accaduti nella città di Derry nel 1972 durante la “Bloody Sunday” dove furono uccisi dalla polizia manifestanti pacifici. Il museo narra  gli eventi accaduti e l’impatto di essi sulla comunità di Free Derry, sotto la discriminazione del Governo Unionista a Stormont.

 

Diversity Challenge – Nord Irlanda

E’ un associazione che assiste culturalmente diversi gruppi nell’interagire tra loro e in relazione alla comunità, per una società dove la comprensione delle persone e la presa di responsabilità siano una pratica diffusa e riconosciuta.

 

Youth Initiative for Human Rights –  Croazia

Organizzazione no profit fondata da un gruppo di giovani attivisti che lavorano per il riconoscimento di crimini di guerra, la riconciliazione con la nazione e con le nazioni vicine, il rafforzamento della democrazia in Croazia.