please wait ..

data: 20 aprile 2017
Visualizza tutti gli articoli: Focus

Il  Nazario Sauro S 518, è entrato in servizio il 12 febbraio del 1980 e ha rappresentato la seconda generazione dei sommergibili italiani del secondo dopoguerra.
E’ stato un testimone e un protagonista della storia della nostra marina, ha prestato la sua opera in un periodo difficile, nel teatro del Mediterraneo, nell’ultimo periodo della “Guerra Fredda”.
E’ stato il “capostipite” di una famiglia di ben otto sottomarini, divisi in quattro serie diverse, di cui ancora oggi quattro esemplari sono in servizio attivo.
Il sommergibile Sauro è lungo 64 metri e aveva un dislocamento, in servizio, di 1460 tonnellate e perciò è stato uno dei più grandi sommergibili del dopoguerra italiano.
Il “Sauro” è un sommergibile “convenzionale”, e perciò è dotato di un doppio impianto di propulsione: i motori termici, 3 generatori Diesel della Grandi Motori Trieste Marelli per una potenza complessiva di 2,1 MegaWatt e un Motore Elettrico di Propulsione (MEP) da 2,4 Mega Watt.
Il Sauro, in superficie, raggiungeva la velocità di 12 nodi. In immersione, invece, era assai più veloce e poteva raggiungere i 20 nodi.

Profondità

Particolare era la profondità a cui poteva immergersi, arrivando ai 300 metri sotto la superficie del mare.
Studiato appositamente per il Mediterraneo, il sottomarino S 518 aveva un’autonomia di oltre 5000 miglia.
L’equipaggio del Sauro era servito da 51 persone in totale, di cui 7 ufficiali.

Il sottomarino Nazario Sauro è un battello d’attacco della Marina Militare Italiana, costruito nei cantieri di Monfalcone, varato nel 1976 e operativo fino al 2002. Dopo oltre 20 anni di servizio è stato disarmato e trasferito dall’Arsenale di La Spezia alla banchina del Galata per essere musealizzato e far parte integrante del museo.

Dimensioni

  • Dislocamento in superficie: 1.460 tonnellate
  • Dislocamento in immersione: 1.646 tonnellate
  • Lunghezza: 63.8 metri
  • Immersione media: 6.2 metri
  • Massima profondità: 300 metri

Velocità massima

in superficie 12 nodi
in immersione 20 nodi

Autonomia

5100 miglia a 9 nodi in superficie
4500 miglia a 6 nodi a quota snorkel
60 miglia in immersione a 4,5 nodi
Miglia percorse : 111875
Equipaggio: 51 di cui 7 ufficiali

Propulsione

3 generatori diesel GMT MARELLI per un totale di 2,1 MW
1 motore elettrico di propulsione MARELLI (MEP) da 2,4 MW
1 batteria di propulsione composta da 296 elementi per 14600
1 elica a 7 pale

Armamento

6 tubi lanciasiluri
siluri filo-guidati
Apparato sonar Sonar Passivo