please wait ..

Il Galata Museo del Mare si sta attrezzando, assieme alla Regione Liguria per digitalizzare l’immenso patrimonio della propria collezione.

L’esigenza di aprire un Museo Navale a Genova, iniziò ad essere sentita dai cultori di storia locale e di storia marittima sin dalla fine dell’Ottocento.

Le collezioni storiche ereditate della Repubblica furono ospitate prima dal 1908 nel primo museo civico, quello di Arte e Storia a Palazzo Bianco.

Nel 1922, uno dei più importanti progettisti navali del paese, l’ing. Fabio Garelli, donò al Comune di Genova la sua raccolta privata, costituita da un articolato complesso di modelli, acquarelli, incisioni, disegni e libri. La raccolta, che assunse il nome di Collezione Navale Garelliana, venne collocata a Villa Cambiaso di Albaro, presso la scuola di Ingegneria Navale ed aperta al pubblico nel 1925.

Nel frattempo, alla donazione Garelli si aggiungevano molti altri lasciti, tra cui spiccava particolarmente quello librario dell’armatore Gio. Batta Bibolini, che segnarono una stagione di grande partecipazione della cittadinanza alla formazione della raccolta.

 

 

 

Nel 1929, ritenendo ormai insufficienti i locali di Villa Cambiaso, la Civica Amministrazione decise di trasferire la raccolta garelliana e i cimeli marinari ancora conservati a Palazzo Bianco, nella Villa Doria a Pegli, dove il Museo Navale venne aperto al pubblico nel 1930.

Gli spazi limitati della Villa impedirono per anni l’esposizione al pubblico di buona parte delle opere, fino all’apertura nel 2004 del nuovo Museo Galata, nell’area dell’antica Darsena.

Oggi le collezioni che l’Istituzione Mu.MA conserva, contano oltre 4000 pezzi, – in parte esposti in parte in deposito – che ogni anno si arricchiscono di nuove donazioni e comodati provenienti da soggetti privati e pubblici: tra questi si segnalano gli strumenti ottici del faro di Genova, conservati nella sede storica della Lanterna.

La digitalizzazione delle schede catalografiche – ospitate dal portale ICBC della Regione Liguria, è un lavoro storico-scientifico in divenire, che vede impegnati regolarmente gli staff di entrambi gli Enti. Una selezione delle opere viene aggiornata e qui offerta al visitatore.

Consulta online il catalogo della collezione del Galata Museo del Mare