please wait ..

Visualizza tutti gli articoli: Eventi

“Sono stato il primo produttore di un motoryacht a impatto zero, ma mi dispiace deludervi, io non credo che il futuro della nautica sia la barca elettrica. L’auto forse, perché la sera la metti in garage. Ma la barca no. Il motore elettrico potrà essere usato per le manovre in porto, ma quando esci ci vorrà sempre la motorizzazione tradizionale”. Il pioniere della nautica, Norberto Ferretti, si è raccontato al Galata Museo del Mare, ospite degli Incontri in blu, la rassegna ideata dal giornalista Fabio Pozzo dedicata a personaggi legati al mare fuori dell’ordinario, che con il fondatore del colosso della nautica ha inaugurato il cartellone degli eventi collaterali al Salone Nautico organizzati dalla città di Genova e con cui ha chiuso il suo primo ciclo.

La presidente del Muma-Galata Museo del Mare, Nicoletta Viziano – alla presenza del sindaco di Genova, Marco Bucci, del presidente di Ucina (tra i sostenitori dell’iniziativa), Saverio Cecchi, e del segretario generale della confindustria nautica Marina Stella – ha già annunciato che ci sarà un secondo ciclo nel 2020. Norberto Ferretti ha ripercorso gli inizi e i passaggi principali della sua vita imprenditoriale e privata, ha ricordato il fratello Alessandro e regalato alla platea diversi aneddoti inediti.
“Perché ho venduto Ferretti Group ai cinesi? – ha detto tra l’altro – Per salvare la nautica italiana. Ho salvaguardato i nostri fornitori, che non hanno perso un centesimo e che diversamente avrebbero chiuso”. (Gentedimareonline.it)

Qui l’intervista http://bit.ly/IntervistaNorbertoFerretti